L'Altissimo e il Bassissimo.

venerdì 28 gennaio 2011


Era un'ordinaria giornata nuvolosa in Paradiso, ma nuvolosa sotto i piedi: sulle teste dei Santi invece il Sole risplendeva della solita divina (e cocente) luce, affaticandoli non poco.
Immersi nella routine quotidiana, San Pietro e tutti gli stimabili colleghi continuavano il loro eterno incarico di smistamento anime, seduti al solito bancone con carta da bollo, timbri e soprattutto con i bollettini che la Santa Sede continuava ad inviargli da secoli con ostinazione, nella speranza di rendere l'eterna beatitudine una merce di consumo alla pari degli spazzolini elettrici e le olive denocciolate.
La coda di anime in attesa sembrava non avere fine, tanto che riusciva quasi a battere quella delle Poste il Mercoledì mattina (ma "quasi", altrimenti molti martiri avrebbero probabilmente cambiato lavoro).
Era sempre il solito tam-tam: ai buoni un timbro verde e permesso di soggiorno, ai cattivi un timbro rosso e giù tra le fiamme, a chi si salvava in calcio d'angolo invece un timbro nero e via nel Purgatorio a scontare un po' di peccatelli, che il lavoro nobilita l'animo.
Quel giorno però, giunse al loro cospetto un uomo piccolo piccolo, vestito elegante e con un sorriso a 35 denti (tre se li era fatti mettere apposta). Un uomo da bene insomma.

Lavoro facile per gente facile.

martedì 25 gennaio 2011





Ore 17:06


-Ufficio di collocamento Lavoro Facile buongiorno, sono Ludovica. In cosa posso esserle utile?
-Salve. Vorrei un lavoro.
-Lavoro dice? Attenda prego, la passo sull'altra linea.


-Ufficio di collocamento Lavoro Facile buongiorno, sono Federica. In cosa posso esserle utile?
-Salve, vorrei un lavoro.
-Lavoro dice? Può dirmi nome e cognome?
-Pannelli Lapo.
-Bannelli Lapo, perfetto. Età?
-No mi scusi, Pannelli. Con la P.

Colomba pacifica in feltro

lunedì 24 gennaio 2011


Ecco la mia colomba della pace che presto verrà dotata di rametto di ulivo.
Non ho ancora deciso dove metterla.
Su una borsa?
Appesa?

Ho iniziato a farla per avere un lavoretto "da asporto". La vita da tassista che devo fare per portare e riportare in qui e in là i pargoli mi "concede" spazi vuoti che iniziavano a pesarmi.

Ho provato anche a portare dietro il PC con chiavetta, ma che barba è un po' scomodo.

Molto meglio una piccola scatolina con feltro ago e filo. Già da domani dovrò inventare qualcosa di nuovo.

Cucire un beauty: travel bag di Heather Ross

lunedì 17 gennaio 2011


Ecco che ho preparato il beauty-case per Marco preso da Weekend Sewing.
Il progetto sarebbe semplice, si fa in una serata ma come principiante ho incontrato alcune difficoltà

Nelle spiegazioni ci sono errori riconosciuti (sul web ci sono addirittura pagine che li raccolgono tutti).

Code di gamberi fritte

sabato 15 gennaio 2011

Ingredienti per 4 persone
24 code di gambero
2 uova
6 cucchiai di farina di riso
12 spiedini di legno
1l di olio di semi di girasole
La buccia di 1 limone
200gr di spaghetti di riso
1 pane da 500gr tondo
paprika, sale q.b.

Preparazione
Lavate le code di gambero, infilate 2 code per ogni spiedino.
Mettete la farina di riso in una ciotola, aggiungete la buccia di limone tritata ed un po' di acqua fredda, mescolate e formate un impasto denso, infine aggiungete le uova.
Versate l'olio in un pentolino alto e portate ad ebollizione, prendete gli spaghetti, spezzateli ed immergeteli nell'olio; quando saranno dorati e gonfiati, con l'aiuto di una schiumarola, toglieteli dal pentolino e metteteli su della carta assorbente.
Immergete gli spiedini nell'impasto e poi direttamente nell'olio bollente. Lasciateli cuocere per 5 minuti, quindi sgocciolateli e infilateli nel pane (che intanto avrete aperto e privato di parte della mollica) formando un cerchio. Inserite al centro del pane gli spaghetti fritti, aggiungete un po' di sale e spolverizzate il tutto con la paprika.
Servite, magari accompagnando il piatto con salsa cocktail o maionese.ù

Per la presenza nel blog di questa ricetta (e di altre) devo ringraziare Sauro, uno chef molto bravo che ha tenuto dei corsi di cucina ai quali io ho partecipato più volte.

Weekend Sewing: è arrivato!

mercoledì 12 gennaio 2011

Lo aspettavo con ansia e finalmente è arrivato (i corrieri non sono mai abbastanza veloci quando aspetti un libro di tutorial!).

A prima vista mi sembra davvero bello, le foto invogliano e ci sono progetti di tutte le difficoltà.
Come al solito non sarà facile trovare le stoffe giuste da queste parti...


Come prima cosa voglio cominciare con il beauty case per il mio maritino visto che il suo è missing in action. Che poi sarebbe la scusa per cui ho comprato il libro.

Ma penso che li farò quasi tutti.

Wroom, wroom, sento già scaldarsi il motore della macchina (per cucire).

Spaghetti ai calamaretti

Ingredienti per 4 persone
350 gr di spaghetti
1 kg di calamaretti interi
1 cipolla dorata
2 spicchi di aglio
2 peperoncini
4 pomodori maturi
1/2 bicchiere di vino bianco
1 ciuffo di prezzemolo
4 cucchiai di olio extra vergine di oliva
sale e pepe q.b.

Preparazione
Pulite e lavate i calamari e tagliateli a pezzi.
Tritate la cipolla, aglio e peperoncino, metteteli in una padella con l'olio e fateli rosolare, aggiungete il vino e lasciatelo evaporare.
Aggiungete i pomodori lavati e tagliati a cubetti, aggiustate di sale e pepe e lasciate cuocere per 5 minuti, quindi aggiungete i calamaretti, una presa di sale, coprite la padella e portate a cottura.
Cuocete gli spaghetti al dente, scolateli e fateli saltare nella salsa ottenuta.
Serviteli cospargendoli con il prezzemolo tritato.

Per la presenza nel blog di questa ricetta (e di altre) devo ringraziare Sauro, uno chef molto bravo che ha tenuto dei corsi di cucina ai quali io ho partecipato più volte.

Giocare in casa: cucchiaio e pallina

venerdì 7 gennaio 2011

Abbiamo giocato mezz'ora con un cucchiaio di plastica (avanzato da un pic-nic di anni fa), una pallina di carta e un tappo di sughero.

Anzi due di tutto, per una sfida a chi centra il cestino del pane.

Risotto alle seppie

giovedì 6 gennaio 2011

Ingredienti per 4 persone
Risotto
350 gr di riso
800 gr di seppie
2 zucchine
1 mazzetto di basilico
1 cipolla dorata
2 spicchi d'aglio
2 peperoncini
1/2l di brodo di pesce
1 pomodoro maturo
3 cucchiai di olio extra vergine di oliva

Autore in cerca di sei personaggi. O almeno uno.

martedì 4 gennaio 2011




C'era una volta, uno scrittore che non scriveva.
Insolito ma vero: l'Autore in questione non riusciva a scrivere, non aveva argomenti, non aveva personaggi.
Cos'avrebbe scolpito Michelangelo senza il marmo?
Cos'avrebbe dipinto Leonardo Da Vinci senza colori, prima delle novità stilistiche introdotte da Giorgione, il primo artista a sperimentare la tecnica della pittura ad olio con le dita (ma solo dopo aver mangiato pollo arrosto)?
La domanda è retorica e la risposta semplice: niente.

Scatola magica per bambini simpatici

lunedì 3 gennaio 2011

Come regalo per la nostra cuginetta di 2 anni, abbiamo preparato una scatola magica piena di sorprese.
- 2 pigne
- 2 sassi
- 10 stecche di cannella
- un fischietto
- un sonaglio
- vasetto di nutella con acqua e brillantini a stella
- 3 palle trasparenti con bacche, sabbia gialla e pallina di legno
- tappi di sughero
- letterine di stoffa (che compongono il suo nome) fatte secondo questo tutorial

Fiocco di neve 3D

domenica 2 gennaio 2011

Questo lavoretto lo abbiamo fatto con la piccola. Le spiegazioni sono tutte sue e le foto scattate da lei.

Ritagliare 6 quadrati di carta 15 x 15cm.
Piegarli in due. Disegnare 3 righe per lato come da disegno.
Ritagliare lungo le righe. Aprire.
Incollare gli angoli del quadrato piccolo. Girare. Incollare gli angoli del secondo quadrato. Girare. Incollare gli angoli del terzo quadrato. Girare. Incollare gli angoli del quarto quadrato.
Ripetere per tutti i quadrati.
Unire 3 petali e pinzarli in alto. Ripetere con gli altri petali pinzare esternamente.
Fine
Guarda le immagini passo passo...

Tacchino ripieno

Piatto impegnativo, se non altro perché è richiesto un certo numero di commensali considerata la quantità di cibo che ne risulta. Particolarmente adatto per il cenone di Natale (non disponendo noi del Thanksgiving) e cavallo di battaglia di mia suocera, il tacchino ripieno regala un mix di sapori che vanno dal salato al dolce che lasciano pienamente soddisfatti.

Zuppa di vongole

Ingredienti per 4 persone
1 kg di vongole
1 cipolla dorata
3 spicchi d'aglio
2 peperoncini
8 fette di pane casalingo
4 pomodori maturi
1/2 bicchiere di vino bianco
4 cucchiai di olio extra vergine di oliva
1 ciuffo di prezzemolo
sale e pep q.b.

Brasato al Barolo

Ingredienti per 4 persone
1 kg di polpa di manzo (l'ideale è lo scamone, ma vanno benissimo anche noce o cappello del prete)
40 gr di pancetta non affumicata e tagliata a strisce sottili
1 bottiglia di Barolo
2 carote
2 cipolle
salvia
rosmarino
sedano
alloro
burro
olio extra vergine di oliva
pepe in grani
grasso di prosciutto crudo (o lardo, 20/30gr)


Il D'Anno Capo (Endecasillabi Tristi)

sabato 1 gennaio 2011



Nel mezzo del cammin di nostra vita
spesso ritroviamci al d'anno capo
di certo affatto privi di fatica.

Estremità di eterno grattacapo,
del filo della vita intorcinato
a cui arrivi e poi..beh poi da capo.

Chissà che mai v'è stato di mutato
poscia 'l gran stappar de lo spumante
tra il dì odierno e 'l dì ch'ormai è passato.

Linguine vongole e pomori secchi

Dette anche le linguine di Sauro, dal nome del cuoco che teneva i corsi di cucina a cui ho partecipato, questo è il piatto che più mi piacque all'epoca e che, nel tempo, ha trovato maggior apprezzamento dalle persone che lo hanno provato. E' un trionfo di sapori, le erbe aromatiche, i pomodori, le vongole e quello che ne esce è una vera gioia per il palato!