Tacchino ripieno

domenica 2 gennaio 2011

Piatto impegnativo, se non altro perché è richiesto un certo numero di commensali considerata la quantità di cibo che ne risulta. Particolarmente adatto per il cenone di Natale (non disponendo noi del Thanksgiving) e cavallo di battaglia di mia suocera, il tacchino ripieno regala un mix di sapori che vanno dal salato al dolce che lasciano pienamente soddisfatti.



Ingredienti1 tacchinella eviscerata da 3kg circa
300gr di carme macinata, di manzo
3 salsicce
150gr di pancetta (non affumicata) tagliata a fette sottilissime
50gr di parmigiano grattugiato
2 uova;
4 mele preferibilmente renette (ma vanno bene anche tutte le altre)
una confezione di prugne secche denocciolate
2 confezioni di castagne precotte (supermercato)
2 bicchieri di vino bianco
mezza cipolla
noce moscata
sale
pepe
salvia
rosmarino
aglio
olio extra vergine d'oliva

Preparazione
Per il ripieno
Amalgamate bene la carne trita, le salsicce (senza pelle), aggiungete sale, pepe, noce moscata, le due uova intere, il parmigiano e mescolate bene.
Tagliate a fette sottili 1 mela (1 e mezza, se piccola) e aggiungetela all'impasto insieme a un terzo delle prugne e a metà delle castagne.
Innaffiate con un po' di vino bianco per ammorbidire l'impasto.

Per la tacchinella
Riempite la tacchinella con il ripieno che avete preparato e cucite tutte le aperture (se non avete l'apposito filo da cucina, resiste bene anche un doppio filo da ricamo o un filo di cotone grosso, doppio). Inserite sotto le ali il rosmarino e la salvia. Avvolgetela nella pancetta e legatela stretta (per evitare che la pancetta si disperda nella teglia.

Imburrate la teglia (sempre che non abbiate ospiti allergici ai latticini ;)), mettete nella teglia olio, un paio di spicchi di aglio, la mezza cipolla triturata, ancora un po' di salvia e di rosmarino.
Appoggiatevi la tacchinella e mettete in forno preriscaldato a 180° dove deve cuocere per 3 ore.

Giratela sulla schiena dopo un'ora.
Rigiratela dopo un'altra ora.
All'inizio della terza ora di cottura, mettete nella teglia le castagne, le prugne e le mele che vi sono rimaste (le mele vanno tagliate a fettine sottili).

A fine cottura, togliete la corda, l'aglio, le erbe e la pancetta (si sarà seccata e non è utilizzabile).
Ogni tanto bagna la tacchinella con il suo sugo, se manca aggiungi un po' di brodo (anche di dado, va benissimo).

Come servirla
Togliete la tacchinella dal forno e lasciatela intiepidire. Estraete il ripieno, tagliatelo a fette e mettetelo sul piatto di portata con il contorno.
Portate la tacchinella in tavola, farà una gran scena. Poi ve la riportate in cucina per tagliare le porzioni.






0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento, ci fa piacere :)
L'educazione è d'obbligo, l'allegria la benvenuta


Articoli correlati per categorie