EnoizuLove.

giovedì 10 marzo 2011






Dio provò a scrivere un buon romanzo, ma non ci riuscì.
Così creò l'uomo.

Gli era venuto piuttosto bene, o comunque meglio che quel primo capitolo lasciato a metà con la scusa del poco tempo (giustificazione poco credibile per l'Essere ingenerato e imperituro, ma essendo lui oltre che perfettissimo anche molto solo non ci sarebbe stato nessuno a smentirlo).
Certo non era proprio bellissimo, ma presto avrebbe potuto cambiare i suoi canoni di bellezza, accrescendone l'autostima.
Bello o no, l'uomo aveva comunque del potenziale, tanto che, appena creato, il primo di loro si alzò, si stiracchiò, si specchiò nell'acqua, si spaventò e poi disse:
"Dio mi ha fatto a sua immagine e somiglianza!".
Molto astuto.